CHIAMACI (+39) 049 5384351
DONA ORA

A Padova incontro GISAL ONLUS con congregazione MEDEE

Ir. Angélica, Ir. Joelma e Ir. Assunta

Ir. Angélica, Ir. Joelma e Ir. Assunta

The Governing Council of Gisal invited to the meeting of November 12 Sister Nives Ferrari, the Mother General of the Congregation of St. John the Baptist and St. Catherine of Siena, called the Medée . during the meeting were highlighted their fruitful collaboration began in 2004 with the opening of the new Solidarity Center Tamandare. The Centre’s management has since been entrusted to the Congregation that works with three sisters, Sister Angelica, the headmistress, Sister Joelma, the deputy coordinator and teaching, and Sister Assunta, responsible for relations with the families of the children. The meeting discussed the challenges facing the Solidarity Center in the context of major changes that are characterizing Brazil and therefore Tamandaré. The hungry children of the favela to satisfy hunger is no longer just food but increasingly in culture and human and Christian values​​. Together, and with the support of benefactors, we are confident to make a mark of our work together.

Ir. Angélica, Ir. Joelma e Ir. Assunta

Ir. Angélica, Ir. Joelma e Ir. Assunta

Il consiglio direttivo della Gisal ha invitato alla riunione del 12 novembre scorso Suor Nives Ferrari , la madre generale della Congregazione di San Giovanni Battista e Santa Caterina da Siena, detta delle Medee.  Nel corso dell’incontro sono stati sottolineati i proficui rapporti di collaborazione iniziati nel 2004 con l’apertura del nuovo Centro Solidarietà a Tamandarè. La direzione del Centro è da allora affidata alla Congregazione  che vi opera con tre suore, Suor Angelica, la direttrice, Suor Joelma, la vice e coordinatrice pedagogica, e Suor Assunta , responsabile dei rapporti con le famiglie dei bambini. Nell’incontro si è parlato delle sfide che il Centro Solidarietà deve affrontare nel contesto dei forti cambiamenti  che stanno caratterizzando il Brasile e quindi anche Tamandarè. La fame dei bambini della favela da soddisfare non è più solo fame alimentare ma sempre più di cultura e di valori umani e cristiani. Insieme , e con il sostegno dei benefattori, siamo fiduciosi di lasciare un segno del nostro lavoro insieme.

Ir. Angélica, Ir. Joelma e Ir. Assunta

Ir. Angélica, Ir. Joelma e Ir. Assunta

Il consiglio direttivo della Gisal ha invitato alla riunione del 12 novembre scorso Suor Nives Ferrari , la madre generale della Congregazione di San Giovanni Battista e Santa Caterina da Siena, detta delle Medee.  Nel corso dell’incontro sono stati sottolineati i proficui rapporti di collaborazione iniziati nel 2004 con l’apertura del nuovo Centro Solidarietà a Tamandarè. La direzione del Centro è da allora affidata alla Congregazione  che vi opera con tre suore, Suor Angelica, la direttrice, Suor Joelma, la vice e coordinatrice pedagogica, e Suor Assunta , responsabile dei rapporti con le famiglie dei bambini. Nell’incontro si è parlato delle sfide che il Centro Solidarietà deve affrontare nel contesto dei forti cambiamenti  che stanno caratterizzando il Brasile e quindi anche Tamandarè. La fame dei bambini della favela da soddisfare non è più solo fame alimentare ma sempre più di cultura e di valori umani e cristiani. Insieme , e con il sostegno dei benefattori, siamo fiduciosi di lasciare un segno del nostro lavoro insieme.

CONDIVIDETE:
Facebook
YouTube
Google+
http://www.progettotamandare.it/in-padua-meeting-with-gisal-onlus-congregation-medee/
Twitter